La sveglia da spento su Galaxy S e Galaxy S 2 (Android) grazie ad un’app

| 09/08/2011 | 6 Commenti

In quasi tutti gli smartphone attualmente disponibili manca la funzione “sveglia da spento”, che rendeva tanto comodi i cari vecchi Nokia con Symbian 3rd.

Da oggi, grazie al noto sviluppatore Chainfire, potrete sopperire a questa mancanza, almeno per quanto riguarda la famiglia Galaxy S (1 e 2) di Samsung.

Il programma creato si chiama NoMoarPowah! e consente di impostare una sveglia anche a telefono spento, ma non solo:

  • avere l’animazione di ricarica con tanto di orario e percentuale della batteria
  • far accendere il telefono da solo quando si è raggiunto il 15% o 100% di ricarica
  • impostare un orario di accensione manualmente
  • impostare un orario di accensione in base alla sveglia che si è creata dall’ apposita applicazione stock di Samsung

Dato che il programma va a modificare dei file di sistema è richiesto il root, ma l’applicazione la trovate sul Market:

Via si ringrazia Alle46 per la segnalazione


Tags: , , , , , , ,

Categorie: Android, Applicazioni Android, Galaxy S, Galaxy S 2, Samsung

L'autore ()

Mi chiamo Claudio, da Marzo 2014 Dottore in Mediazione Linguistica. A fine 2009 mi sono avvicinato al mondo dei blog, cominciando a scrivere per Nokialino.it. In seguito il canale si è poi evoluto in Geeklino.com con l’intento di fornire un servizio completo e sempre aggiornato.
  • Enrico

    Visto che va a modificare i file di sistema, installandolo decade la garanzia?

    Grazie mille.

    • Xcloud

      L'applicazione richiede permessi di ROOT, che di per se invalidano già la garanzia. ;)

  • Enrico

    Non esiste una app "sveglia" che non vada ad inficiare la garanzia?

    • Xcloud

      Ovviamente sì, ma non che funziona da spento

  • Simone

    Si, ma come si fa a dargli i permessi di root, ammesso che poi io decida di far decadere la garanzia? ( Ho installato il programma, ma non parte )

    • Xcloud

      Devi eseguire la procedura di Root, potresti provare a cercare su Google quella più recente per il tuo smartphone..

      Comunque se non sai di cosa stiamo parlando ti consiglio di non eseguirla, è una procedura che può portare a qualche guaio che, se non sei molto pratico, potresti non riuscire a risolvere.. fai attenzione! ;)